www.aresini.it

 

 

 

HOME

 

IL SINDACO PALESTRA COMBATTE GLI EFFETTI DISASTROSI DEL TRAFFICO ... CHIEDENDO ADDIRITTURA DI ILLUMINARE LE STRADE !!!

 

 

DOCUMENTI UTILI PER CAPIRE:

SCARICA, LEGGI E VALUTA IL DOCUMENTO DELLA REGIONE LOMBARDIA SUI PARCHEGGI EXPO

SCARICA IL PROGETTO DEL PARCHEGGIO EXPO DA 11.000 POSTI AUTO

 SCARICA  TUTTI I DOCUMENTI RELATIVI AL PARCHEGGIO EXPO 

---------------------------

(10/08/2014) apprendiamo con profonda delusione che il procedimento relativo alla realizzazione del parcheggio più grande al servizio della manifestazione Expo, che attirerà milioni di visitatori, si è concluso senza che il Comune di Arese sia riuscito ad ottenere qualcosa di tangibile per tutelare realmente il nostro territorio dagli effetti derivanti dalla presenza di 11.000 posti auto.

Del resto, era stato lo stesso Sindaco di Arese a condividere la preoccupazione per l'ulteriore incremento del traffico dovuto a quell'immenso parcheggio,  quando nel mese aprile 2014 dal sito del Comune di Arese

http://www.comune.arese.mi.it/allegati/3112^Arese_Lainate%20su%20parcheggi%20Expo.pdf

ed alla stampa annunciava che la proposta di quei parcheggi avrebbe esposto il territorio a conseguenze disastrose dal punto di vista del traffico




il Sindaco, sig.ra Palestra riferiva anche che si sarebbe riservata di far valere in ogni sede le considerazioni a tutela dei cittadini e dei territori.



Come avevamo già segnalato in passato da questo nostro sito www.aresini.it le richieste dei vari comuni coinvolti erano le seguenti :

il Comune di Garbagnate aveva richiesto la realizzazione della sua tangenziale esterna in grado di portare il traffico fuori dal suo centro abitato e condurlo direttamente nella zona dell'ingresso del centro commerciale Arese shopping center su viale alfa romeo.

Lainate a sua volta aveva chiesto di migliorare il suo collegamento con Rho.

Arese invece cosa aveva chiesto per tutelarsi dalle "disastrose conseguenze" evidenziate proprio dal Sindaco Palestra ad Aprile?

Dalla lettura del provvedimento della regione Lombardia (in quanto la trasparente amministrazione comunale non ha mai sentito l'esigenza di rendere pubblico il suo parere del 06 giugno 2014 diretto a dar seguito e concretezza a quell'annuncio di aprile!)  risulta che il nostro Sindaco di Arese ha chiesto quanto segue:




Come pensare che l'illuminazione e quindi dei lampioni siano in grado di scoraggiare  il traffico rimane uno dei tanti misteri a cui questa giunta ci ha abituato e che si commenta da solo.

Inutile dire che  il Comune di Garbagnate e Lainate hanno ottenuto quello che chiedevano: la sua tangenziale il primo  e delle rotatorie per "fluidificare" il traffico Il secondo  (ebbene sì,  per tutto il resto del mondo, a parte Arese, le rotatorie servono per fluidificare il traffico  e non per scoraggiarlo!).

viceversa,  il Comune di Arese, in cambio dell'utilizzo del suo territorio per ospitare 11.000 auto, non ha ottenuto nulla di tangibile.

E così, avremo sul nostro territorio il più grande parcheggio a servizio di quella che viene annunciata come la più grande manifestazione internazionale d'Italia, eppure non siamo stati in grado di chiedere ed ottenere nel concreto nulla di sensato. Neppure l'impegno obbligatorio di mettere un cartello con scritto "per i parcheggi non passate di qui”.

Complimenti vivissimi a tutta l'amministrazione comunale per l'impegno, per la forza e per la capacità di tutelare Arese "dall'incremento dei flussi che graveranno sulla viabilità esistente con il conseguente aumento delle criticità ambientali e sanitarie". Complimenti al Sindaco per aver lottato con tenacia in tutte le sedi proprio  contro quelle  "disastrose conseguenze dal punto di vista del traffico", brandendo e sguainando la prodigiosa e infallibile richiesta di mettere i lampioni.

Ora che anche questo danno è fatto, in attesa di poter vedere realmente la consistenza delle modifiche apportate dopo una sorta di insurrezione popolare, ad un progetto di viabilità sostenuto con assurda ostinazione e cieca e mal riposta fiducia per 10 mesi, oltre a quanto già  richiesto con argomentazioni per mesi, chiediamo che si lavori da subito per mettere una zona a traffico limitato (transito riservato solo ai residenti e mezzi pubblici) in via per Passirana (quella che costeggia Villa Ricotti) per impedire al traffico "di tagliare" per il nostro territorio.

Sig. Sindaco, basta parole e propaganda e mai nulla di tangibile e concreto, insomma, faccia qualcosa !

visto, quanto accaduto a luglio e agosto, si annuncia un settembre caldo!

ECCO IL PROVVEDIMENTO DEL COMMISSARIO SALA

"IL COLLEGIO DI VIGILANZA dell'accordo di programma "ex Fiat alfa Romeo" svoltosi in data 17 aprile 2014, in ragione delle verifiche tecniche svolte e degli esiti della segreteria tecnica dell'accordo di programma del 7 aprile 2014, ha unanimamente preso atto dell'assenso formale delle istituzioni alla proposta di realizzare un parcheggio temporaneo di circa 10.000 posti auto"

e qui alcuni stralci del verbale di collegio di vigilanza del 17 aprile 2014

dove risulta che Garbagnate era solo "invitato" in quanto non facente parte del collegio di vigilanza e pertanto ente sprovvisto in quella sede di diritto di voto.

 

I presenti votanti sono per i comuni quelli di Arese e Lainate

 

SPECIALE  PARCHEGGI EXPO

 

IL SINDACO PALESTRA COMBATTE GLI EFFETTI DISASTROSI DEL TRAFFICO ... CHIEDENDO ADDIRITTURA DI ILLUMINARE LE STRADE !!! (10/08/2014) apprendiamo con profonda delusione che il procedimento relativo alla realizzazione del parcheggio più grande al servizio della manifestazione Expo, che attirerà milioni di visitatori, si è concluso senza che il Comune di Arese sia riuscito ad ottenere qualcosa di tangibile per tutelare realmente il nostro territorio dagli effetti derivanti dalla presenza di 11.000 posti auto.(SEGUE)

PARCHEGGI EXPO + CENTRO COMMERCIALE ECCO I NUMERI DELLE AUTO PREVISTE IN UNA NORMALE GIORNATA DI SABATO(01/07/2014) questi dati dovrebbero far pensare i nostri solerti amministratori (che per ben 10 mesi non si sono accorti che il progetto da loro portato avanti era insensato). Questo il numero di auto che arriveranno al parcheggio remoto più grande messo al servizio di un evento come expo localizzato ad Arese (zona ex alfa romeo). oltre 11.000 posti auto sui 22.000 necessari all'intero evento realizzati senza che la giunta abbia chiesto ed ottenuto qualcosa in cambio. Queste le auto in una ordinaria giornata di Sabato divise per fascia oraria.  Una vera e propria ondata di auto dirette sulla nostra testa. . (segue)

 

I PARCHEGGI EXPO ... ALCUNI DATI PER CAPIRE ... ... PERCHE' NON CAPISCONO (13/06/2014) Nel più totale silenzio di chi dovrebbe amministrare Arese, il nostro comune si prepara come se nulla fosse,  ad affrontare quello che sarà l'impatto di Expo 2015 e dei suoi parcheggi remoti. Ma entriamo nel dettaglio di EXPO e dei suoi parcheggi per dare l'idea del problema, partendo come sempre, da un'analisi dei documenti ufficiali e non da astratte teorie basate su incomprensibili atti di fede.  (segue)

 

GARBAGNATE IN CAMBIO DI 11.000 PARCHEGGI  EXPO CHIEDE LA REALIZZAZIONE DELLA SUA "TANGENZIALE" PER PORTARE IL TRAFFICO FUORI DAL CENTRO ABITATO. (29/05/2014) Questo non è un casello autostradale ma l'ingresso dei parcheggi remoti allo studio presso l'ex area Alfa Romeo di Arese. Parcheggi in grado di ospitare oltre 11.000 auto, ossia la metà delle auto previste per il più grande evento che interesserà il nostro Paese nei prossimi anni. Il tutto occuperà un superficie di oltre 370 mila metri quadrati (leggi qui)

 

LA GROTTESCA VICENDA DEL PARCHEGGIO EXPO (16/04/2014) La questione dei parcheggi remoti EXPO ex Alfa dimostra ancora una volta l'assoluta mancanza di attenzione da parte del Comune di Arese nei confronti del suo territorio e dei cittadini e una evidente e inescusabile lacuna nella gestione di problemi complessi nella più totale assenza di qualsiasi visione strategica da parte degli attuali amministratori. (clicca qui)

 

 
 

 

- Ci sono momenti in cui occorre mettere da parte differenza, individualità o appartenenze politiche per informare la cittadinanza. E questo è il momento -