www.aresini.it

 

 

 

HOME

 

 

 IKEA E UN ALLARGAMENTO DEL CENTRO COMMERCIALE ? ...... CON UN POCO DI ZUCCHERO TUTTO ANDRA' GIU' ? 

 

 ..  ARRIVA LA FERROVIA !!!

 

   MA DOVE PORTEREBBE? A CHI SERVIREBBE DAVVERO? 

CON UN POCO DI ZUCCHERO TUTTO ANDRA' GIU' ?

 

 

(Settembre 2016) .... il 20 settembre 2016 la Regione Lombardia ha approvato il nuovo programma Regionale della Mobilità e dei Trasporti. (qui).

Dai documenti apprendiamo che è stato inserito (nel  medio periodo) il recupero della tratta Ferroviaria Garbagnate- Area EX ALFA  che un tempo serviva l'Alfa Romeo.

 

 

Un tratto che dalla Stazione di Garbagnate arrivava a ridosso dell'attuale pista prove.  Il tratto è indicato con F16 nella carina qui sopra.

Quello che stupisce è apprendere che tale intervento rappresenterebbe addirittura  la"carta" che si vorrebbe giocare in sede di modifica dell'attuale accordo di programma Ex Alfa Romeo.

Infatti quanto riportato qui sotto è  stato indicato nelle "controdeduzioni" alle osservazioni presentate nel luglio 2015

DAL COMUNE DI GARBAGNATE:

DAL PARCO LURA:

Dalla città METROPOLITANA

E questo si inserisce nelle previsioni del documento del nuovo accordo di programma reso noto durante le ferie estive :

****

Sicuramente agli operatori privati dell'area Ex ALFA interessa un collegamento con Milano in quanto attualmente il Centro non è raggiungibile comodamente con i mezzi pubblici e questo rappresenta un limite per chi ha tutto l'interesse a conquistare clientela.

Ma cosa sarebbe ed a chi sarebbe utile tale collegamento ferroviario ?

La tratta di Ferrovia  (come emerge dai documenti oggi disponibili) sarebbe un una semplice "navetta" tra la stazione di Garbagnate e Centro Commerciale.  I tempi di attesa alla fermata ovviamente sarebbero connessi ai limiti infrastrutturali della linea.

Inoltre il tratto  è quello a suo tempo esistente e quindi nessun beneficio verrebbe portato ad altre aree se non a quelle interessate dai binari e dalle fermate di tale navetta (GARBAGNATE - ARESE CENTRO COMMERCIALE).

Non a caso Ferrovie NORD ha  fatto notare gli evidenti  problemi di connessione di un servizio a standard Ferroviario:

IL tratto pertanto sarebbe unicamente GARBAGNATE STAZIONE - ARESE CENTRO COMMERCIALE.  (eventualmente con possibilità di tre fermate intermedie come risulterebbe da questo studio - non facente parte del documento approvato in Regione)

Come noto, gli Aresini non abitano nel centro commerciale e quindi una stazione a Arese Centro Commerciale non porterebbe benefici diretti ai cittadini Aresini. 

In questo senso si consideri che un cittadino di Arese per andare a Milano dovrebbe attendere un mezzo per andare ad Arese Centro Commerciale,  poi da li attendere la navetta su rotaia per arrivare alla Stazione di Garbagnate dove aspettare l'arrivo di un altro treno del passante ferroviario. E' pertanto logico che un Aresino troverebbe molto più semplice e comodo raggiungere direttamente la Stazione di Garbagnate parco delle Groane (Ex Serenella) evitando l'attesa (e magari anche il costo) di quella navetta su rotaia.

Non a caso il Sindaco di Garbagnate , a differenza del Sindaco di Arese e quello di Lainate (intenti  a trovare un modo per far digerire al territorio ed ai cittadini l'allargamento del centro commerciale e l'arrivo di IKEA)  non ha acconto con grande entusiasmo questa proposta. Come giustamente ha evidenziato il Sindaco di Garbagnate il rischio (in caso di reale utilità della navetta ferroviaria per tutti e non per i soli clienti del CENTRO) sarebbe quello di trasformare l'Area ex Alfa in un grande parcheggio a servizio dei pendolari.

Di certo l'operatore privato non ha intenzione di trovarsi i parcheggi pieni di auto di pendolari (creando contestualmente difficoltà di parcheggio ai suoi clienti)  e quindi è evidente che con l'attivazione della navetta  non si risolverebbe il problema quotidiano dei cittadini, ma sarebbe garantito un collegamento del Centro e dell'Area EX Alfa con Milano e con il sistema ferroviario.

Nulla ovviamente in contrario, ma la speranza è che l'eventuale finanziamento del tratto GARBAGNATE / ARESE CENTRO COMMERCIALE (grazie al nuovo accordo di programma) non sia spacciato come una "compensazione" a favore degli Aresini o dei Lainatesi.

Per dirla come Mary Poppins : che non sia lo zuccherino dato da qualche Sindaco ai cittadini per far andare giù un'IKEA,  un'allargamento del Centro Commerciale "IL CENTRO" e altre previsioni contenute nel nuovo accordo di programma e magari non ancora rese pubbliche.

***

Come visto nel nuovo accordo di programma è indicata anche l'intenzione di favorire l'accessibilità alle stazioni metropolitane (ossia RHO/FIERA) tramite la realizzazione di una rete in sede protetta di collegamento tra la fermata metropolitana /fiera e ARESE/ Lainate.

Gli interventi sulla viabilità di NUVOLARI - GRAN PARADISO hanno di fatto compromesso (salvo voler già disfare quanto realizzato) la possibilità di realizzare un percorso su rotaia compromettendo la possibilità di cogliere altre occasioni e dotare Arese di un servizio di trasporto e di collegamento diverso da quello su gomma. 

Pertanto l'eventuale riattivazione della linea ferroviaria GARBAGNATE - CENTRO COMMERCIALE (in versione navetta su rotaia) non potrà verosimilmente essere prolungata per servire concretamente ARESE (al suo interno) e raggiungere anche MM RHO FIERA..

Per completezza, In questa immagine una  soluzione progettuale (ESTERNA) che potrebbe essere posta allo studio per il collegamento con RHO FIERA:  DA ALFA ROMEO un percorso esterno ad Arese  in grado di collegare con RHO FIERA (seguendo il percorso della famosa tangenzialina esterna di ARESE). Un unico intervento di trasporto pubblico GARBAGNATE - AREA EX ALFA - RHO FIERA MM che potrebbe essere realizzato su rotaia ma chiaramente poco utile ad Arese in quanto esterno al centro abitato) 

In questo progetto invece si ritrova un percorso interno in Arese (con fermate in Nuvolari, Gran Paradiso). Tuttavia, in questo caso sarebbero evidenti le difficoltà derivanti dalla nuova viabilità e chiaramente sarebbe compromessa la possibilità di realizzare  un unica infrastruttura di trasporto.

In sostanza ad Arese, nonostante la grande occasione storica (data anche dal nuovo atto integrativo di accordo di programma), per mancanza di lungimiranza di chi ha speso milioni di Euro per fluidificare le nostre strade, pare abbia compromesso per sempre la possibilità di dotarsi di un trasporto pubblico diverso da quello su gomma in grado di collegarla con un unico mezzo con MM RHO FIERA, AREA EX ALFA E STAZIONE  DI GARBAGNATE.   

  

Ovviamente tutti questi percorsi progettuali si basano sul presupposto della preventiva realizzazione della tangenziale di Mazzo e Terrazzano in grado di deviare il traffico veicolare dalle due frazioni di Rho direttamente sulla rotonda di Gran Paradiso ad Arese con tutte le conseguenze  in termini di appetibilità del tracciato fluidificato e con un prevedibile aumento esponenziale del traffico di attraversamento nel cuore di Arese.

Un traffico  di pendolari che dalla Rotonda del Bricoman fino a Rho Fiera, passando per Arese non troveranno alcun semaforo. Un traffico anche aggiuntivo non più indotto solo dall'attuale centro commerciale, ma anche dalla futura IKEA,  dall'allargamento del CENTRO esistente e dall'appeal generato dallo sviluppo (ancora non comprensibile) dell' area attualmente occupata dal parcheggio di 10.000 posti auto di EXPO.

Insomma, indipendentemente da come la si pensi in merito all'arrivo di un nuovo centro commerciale, all'ampliamento dell'attuale e al misterioso sviluppo dell'area occupata dal parcheggio remoto EXPO.... 

... quello che serve, come sempre, è ragionare seriamente per evitare di buttare alle ortiche (come avvenuto per la viabilità cittadina) delle potenziali opportunità per il territorio e per intere generazioni.

 

 
 
 

 

- Ci sono momenti in cui occorre mettere da parte differenza, individualità o appartenenze politiche per informare la cittadinanza. E questo è il momento -