www.aresini.it

 

 

 

HOME

 

 

 

UN'ANALISI DEL NUOVO ACCORDO

DI PROGRAMMA EX ALFA ROMEO

 

 

Accordo ex alfa, Ikea, allargamento centro commerciale, ad agosto a città vuota, arriva puntuale la sorpresa della giunta Palestra

(30/08/2016) Le grandi novità ad Arese, quelle che impattano (nel bene o nel male), sul suo futuro hanno due strani periodi per essere rese note ai cittadini : ad Agosto e tra Natale e capodanno, ossia quando tutti gli abitanti sono impegnati e concentrati a fare altro.

E puntuale, ecco la novità datata 5 Agosto, ossia il primo venerdì di grande esodo del mese di agosto, mentre i più sono in vacanza o pensano alle ultime cose da mettere in valigia. Quest'anno la notizia estiva tocca allo sviluppo dell'area ex Alfa Romeo.

Da tempo avevamo segnalato che prima di Expo le pubbliche amministrazioni di Arese e Lainate avevano dato l'ok all'ingresso di Garbagnate e delle sue aree nell'accordo di programma ex Alfa Romeo e che con tale ingresso l'operatore privato (che nel corso del tempo ha "generosamente dato ai vari comuni") con quell'atto integrativo e di ulteriore modifica delle destinazioni urbanistiche avrebbe chiesto la sua contropartita.

Per anni il nostro Sindaco ha semplicemente cercato di evitare di affrontare l'argomento: non sapeva che l'autosilos era stato demolito per far fronte ad il parcheggio dei bus e mezzi pesanti a servizio di expo,

  

non sapeva che Garbagnate aveva ottenuto la costruzione di una nuova strada esterna (da Bricoman a rotatoria del centro), non sapeva neppure che il colosso Ikea, dopo che era sfumata la possibilità di costruire un nuovo negozio a Cerro Maggiore, stava concentrandosi proprio su Arese.

Ed é assai curioso che anche durante l'ultimo consiglio comunale del 18 luglio la Giunta Palestra non abbia riferito nulla di concreto dell'atto integrativo in fase di pubblicazione, delle relative proposte di variante urbanistica. Infatti, solo tre giorni dopo (21 luglio), il sindaco si sarebbe seduto al suo posto nel collegio di vigilanza per richiedere di assoggettare a Vas le varie proposte di modifica urbanistica emerse nel corso delle inevitabili trattative durate mesi

.

Che la Giunta il 19 luglio fosse già a conoscenza del contenuto della proposta di modifica dell'Adp é confermato, oltre che dal buon senso, anche dal fatto che il 19 luglio, dopo il consiglio comunale, la Giunta si riuniva con insolita urgenza durante la notte per approvare una delibera diretta a far acquisire ai comuni di Lainate e Arese dei capannoni presenti nell'area per avviare così un fumoso progetto di sviluppo imprenditoriale.

Un progetto che guarda caso si ritrova proprio nell'atto integrativo dell'accordo di programma.

Che dire, sarà stata una botta di fortuna!

***

Ma cosa prevede il nuovo accordo di programma? quali modifiche urbanistiche?

Analizzando i documenti per ora disponibili (manca ad esempio lo studio e le concrete proposte di viabilità) scopriamo che arriverà un nuovo centro commerciale (probabilmente ikea) nell'area dell'ex autosilos (area 3 della cartina qui sopra) e ci sarà un allargamento del centro commerciale "il centro" appena aperto (con un estensione dal lato viridea e pista prove, area 2 della cartina) e uno sviluppo ricettivo dell'area del parcheggio remoto expo (palestre? palazzetto dello sport stile forum di Assago? un cinema multisala? piscine? area 1 della cartina).

Entriamo nel dettaglio degli inteventi:

Area 3 - nuova struttura di vendita - Ikea?

L'area dell'autosilos che era stato demolito quasi ad insaputa del sindaco poco prima di Expo, sorgerà una nuova struttura di vendita che porterà probabilmente il nome di Ikea.

A differenza di quanto sostenuto dall'assessore all'urbanistica per mesi (ossia che quell'area era stata automaticamente modificata in commerciale con utilizzo ai fini expo) nell'atto integrativo si ribadisce che attualmente quell'area é ad uso produttivo!

Nuovamente complimenti all'assessore per la sua dimostrata impreparazione e assenza di conoscenza.  

 

Qui sotto il progetto del nuovo punto vendita, anche in questo caso, per uno strano colpo di fortuna della giunta Palestra la nuova rotatoria (approvata rapidamente prima di Expo dicendo che serviva per il museo) troverà finalmente un suo significato nella gestione del traffico relativo al nuovo parcheggio di quella nuova struttura di vendita (Ikea). A pensar male verrebbe da dire: stai a vedere che era già tutto previsto nelle segrete stanze.

Come si può notare il museo Alfa (che é interamente sul territorio di Rho) resta escluso da questo atto integrativo anche se ovviamente Rho subirà gli effetti di queste decisioni

 

Area 2 - Allargamento del "Centro commerciale" esistente

come noto " Il Centro" é grande, ma si rende necessario allargarlo ulteriormente incrementando la struttura commerciale (lato viridea) e dando spazio ad attività artigianali e di servizi.

Nella cartina in rosso l'area di ampliamento.

Inoltre, sopra all'attuale centro viene previsto un "incubatore" di imprese all'interno dell'area rossa tratteggiata. in questa area, il 19 luglio u.s. la Giunta Palestra aveva approvato (in una seduta notturna urgente, la cui urgenza non si capiva da cosa fosse dettata) di acquisire dei capannoni. Per fare cosa e come resta per ora un mistero (la speranza é che la filosofia scollegata dalla realtà che spesso anima certe decisioni - vedi bandi sul commercio - non sia alla base anche di questa iniziativa)

 

Area 1 - servizi sportivi e sociali, un parco urbano? ricerca avanzata, benessere, terziario avanzato, produttivo di qualitá e ovviamente altro commerciale.

 

Nell'area 1 é previsto un mix funzionale che per ora appare come un puro e semplice esercizio verbale.

Se si può comprendere il senso di cosa potrebbero essere i servizi di carattere sportivo, ricreativo a ricettiva (una palestra, una piscina,un palazzetto magari stile quello do Assago, ecc) meno comprensibile risulta essere la macroarea per "ricerca applicata", "terziario avanzato", "tempo libero benessere sociale" e quale sia il modo per distinguere e selezionare il "produttivo" tra quello di "qualità" e quello "non di qualità" che non potrà quindi insediarsi.

Le solite voci parlano anche di un multisala, e di qualcosa di più grande di una semplice piscina nei quasi 100.000 mq di area dedicata alle attività sportive, ricreative e ricettive

N.B: Qui sopra il forum di Assago e nella stessa scala l'area oggetto della macroarea sportiva, ricreativa e ricettiva... se la domanda é ma ci starebbe? la risposta sarebbe affermativa.

A dire il vero ci starebbe anche lo stadio di San Siro. (qui sotto nel rettangolo rosso la sovrapposizione dello Stadio di San Siro).

Un plauso merita indubbiamente il "parco urbano", anche se un tantino scomodo e decisamente fuori dal nostro centro urbano. Ed infine, come detto: altro commerciale.

***

I tempi di approvazione

L'accordo di programma dovrebbe avere tempi rapidi in quanto la prossima primavera si voterà a Garbagnate milanese. l'operatore privato ha già costruito una strada ed ha già ristrutturato una piscina a favore di quel comune e vorrà giustamente avere qualche garanzia scritta degli accordi intercorsi e degli eventuali impegni verbali prima di ritrovarsi un nuovo sindaco magari non d'accordo con le scelte del sindaco uscente.

***

Viabilitá

L'atto integrativo sarà completato anche con lo studio del traffico indotto dall'ampliamento del centro commerciale e dalle nuove strutture di vendita e ricreative. Di certo l'impatto non sarà da poco in quanto l'area oggetto dell'atto integrativo, rispetto al centro esistente é semplicemente immensa.

Per questo é previsto:

Ovviamente l'unico modo per migliorare la viabilitá di collegamento con Rho Fiera (senza passare per il centro urbano di Arese!!) è la tangenzialina esterna di Arese, ancora presente come strada strategica da realizzarsi nelle tavole della Cittá metropolitana di Milano.

In alternativa, non rimane che il finanziamento del tratto già approvato in via definitiva in Provincia (oggi Cittá metropolitana) che prevede di deviare il traffico di Mazzo e Terrazzano e portarlo sulla rotonda di Gran Paradiso convogliando così il traffico sulle fluidificate strade di Arese.

Del resto, ai più attenti non sarà certo sfuggito che nei lavori di Fluidifcazione delle strade di Arese, all'ultimo momento è stata stralciata la rimodulazione della rotatoria del Cimitero di Gran Paradiso...

... anche se nessuno lo dice è chiaro il motivo... si è semplicemente in attesa dell'arrivo della Tangenziale di Mazzo e Terrazzano.

 

Per quanto riguarda il trasporto pubblico, in merito ad una rete in sede protetta di collegamento tra Rho Fiera ed Arese. É evidente che Arese ha già sciupato milioni di Euro per adattare le sue strade alla fluidificazione e non é pensabile intervenire nuovamente, per distruggere quello appena realizzato, per fare posto ad eventuali percorsi e fermate di ipotetiche filotranvie e simili.

Sfortunatamente, a causa della mancanza di lungimiranza di chi oggi ci amministra, l'unico mezzo che potrà passare e fermare per Arese, dovrà essere su gomma, salvo ovviamente realizzare un mezzo pubblico su rotaia parallelo alla tangenzialina di Arese che non ferma ad Arese ma solo al centro commerciale.

***

I soldi e le compensazioni

Una bella domanda da porsi é "ma l'operatore darà altri soldi e realizzerà altri interventi compensativi, oppure quelli dovuti sono già stati previsti nel precedente accordo?"

A rileggere l'atto ufficiale con cui era stato disposto l'avvio di questa modifica dell'adp si potrebbe anche sollevare qualche dubbio.

In merito ai soldi per gli interventi sulla viabilità stanziati  si ricorda che nell'accordo di programma erano previste opere a carico dell'operatore privato per 24.5 milioni di euro.

Con questo tesoretto sono state per ora realizzati i seguenti interventi:

Rotatorie che permettono l'accesso al centro commerciale, ossia di collegamento tra la s.p. 119 e la 109

Interventi sul sistema viario di attraversamento di Arese.

Lavori che, a base d'Asta, erano pari a circa Euro 9.000.000,00 euro oltre iva e oneri di progettazione.

 

Lavori poi aggiudicati:

- per quanto riguarda il primo bando a 3.895.208,70 (contro i 5.079.909)

- per il secondo bando con un ribasso del 40.81% 

Di conseguenza, anche considerando gli importi a base d'asta e non il costo effettivo di appalto risulterebbero ancora disponibili circa 15 milioni e mezzo di euro (24.500.000 - c.a. 9.000.000 )

Una cifra in grado di finanziare numerosi interventi di viabilità.

In ogni caso, chi ha avuto ha avuto e chi in questi anni ha chiesto ed ottenuto dall'operatore privato ora dovrà dare.  

Intanto, al di la del giudizio su tale atto integrativo che impatterà sicuramente sul Futuro di Arese e di tutti i Comuni limitrofi (Compreso RHO) ...  questa è la sorpresa targata Agosto 2016.

Del resto ad Arese, nell'era della trasparente amministrazione Palestra, ci chiedono solo di decidere il nome della nuova faraonica biblioteca costata oltre 5 milioni di euro che ha assorbito tutti i soldi messi a disposizione dal precedente accordo di programma per opere compensative.  

Attendiamo dunque Natale per altre sorprese ?!

 

 

 

- Ci sono momenti in cui occorre mettere da parte differenza, individualità o appartenenze politiche per informare la cittadinanza. E questo è il momento -