www.aresini.it

 

 

 

HOME

 

SAVE ARESE' TREES

(SALVIAMO GLI ALBERI DI ARESE DAL PROGETTO PALESTRA)

 

(04/06/2014) Gli alberi di Arese sono un bene di tutti !
Salviamo gli alberi di Arese dal progetto di viabilitá del sindaco Palestra.


A differenza di quanto garantito dal sindaco in una lettera distribuita nella case di tutti i cittadini nel mese di gennaio, molti alberi, (se il progetto di viabilità Pavone/Palestra dovesse essere approvato ed attuato) saranno abbattuti in diversi punti lungo le strade oggetto del contestatissimo intervento. 

Alberi sani ed importanti che appartengono alla storia di Arese, che ci hanno visto nascere, crescere, passeggiare anche con chi ci ha lasciato e che non meritano di essere "abbattuti" per dare vita ad un progetto pensato per chi Arese l'attraversa e non per chi qui ci vive.

Per questa ragione invitiamo i cittadini a dimostrare la loro contrarietà anche verso questa assurdità. Invitiamo gli aresini ad abbracciare simbolicamente gli alberi in pericolo  come segno di rispetto e ricordare così al sindaco Michela Palestra che gli alberi storici di Arese sono un bene di tutti e devono essere salvati.

Non ha senso  dire che alberi importanti come quelli della rotonda di viale gran paradiso/Sempione, davanti ai carabinieri, davanti al bar apollo e Aresport  saranno rimpiazzati con degli "alberelli". Quei grandiosi e stupendi alberi sono sani e rappresentano la forza del tempo e a ben vedere, la nostra storia, Una storia  che merita rispetto da parte di chi amministra e questo in quanto  c'erano prima di noi e come comunità dobbiamo avere la forza e la capacità di consegnarli a chi verrà dopo di noi e non trasformarli incredibilmente in legna da ardere.

Qui trovate le "Mappe del Tesoro Abbattuto" dal Sindaco Palestra dove sono  indicati alcuni dei numerosi importanti alberi che saranno abbattuti se il progetto Palestra troverà luce.

Sabato saremo per le strade per informare gli aresini anche di questo grave scempio pensato dalla giunta Palestra come effetto di un assurdo progetto che doveva essere cestinato un giorno dopo le elezioni contestato e non condiviso da oltre 4200 cittadini.

Caro Sindaco Palestra, caro Assessore Ioli e cari tutti consiglieri Comunali di maggioranza: Gli alberi non si abbattono, si abbracciano e si rispettano e ci stupiamo della mancanza di attenzione prestata proprio da chi annunciava e scriveva  per essere eletto che la tutela ambientale  avrebbe guidato le scelte dell'amministrazione.

salviamo i nostri alberi da chi li vuole abbattere !!!

Diamo ai nostri amici alberi occhi per vedere ...e voce per poter dire :
sindaco, noi non vogliamo morire !!! 

 

 

ECCO COSA AVEVA DICHIARATO IL SINDACO PER DIRE CHE NOI FACEVAMO DISINFORMAZIONE

QUANDO ANNUNCIAVAMO CHE IN BASE AI PROGETTI DA LORO MOSTRATI MOLTI ALBERI SAREBBERO STATI ABBATTUTI.

 

Il sindaco immaginava di domandarsi:

 

TAGLIERETE DELLE PIANTE PER REALIZZARE QUESTO INTERVENTO?

 

e si rispondeva:

 

Purtroppo si, ma in un solo punto, nella semirotonda di viale Sempione - Via Gran Paradiso.

Ogni pianta tolta sarà compensata da almeno quattro nuove.

 

 

Durante il consiglio comunale Aperto del dicembre 2013 veniva posta una domanda a cui il sindaco rispondeva:

:

  • Ove sarà necessario sostituire le piante esistenti (n. 6 presso la rotonda tra viale Sempione e viale Gran Paradiso) verranno piantumati n. 4 alberi per ogni albero sostituito.
  •  

     

    ecco a voi qui sotto le "mappe del tesoro abbattuto"

     

    gli alberi abbattuti saranno

     oltre 38 a cui aggiungere quelli per cui risulterà impossibile il

    "preventivato" trasferimento e quelli che si trovano in posizioni a dir poco "improbabili".

     

    Questa situazione era evidente a chiunque avesse dato una semplice

    e banale occhiata ai progetti da loro mostrati durante

    la giornata della viabilità di novembre

     e durante la seduta del consigliocomunale aperto di dicembre

    e non comprendiamo come sia possibile

    che il Sindaco potesse ignorare questa palese situazione.

     

    Il Sindaco era convinto che si abbattessero solo 5 alberi in un solo punto

    Invece sono quasi 40 ed ovunque.

     

    Ed ora un consiglio:

    rileggetevi la lettera del Sindaco dove rassicurava i cittadini sul progetto nel suo complesso e domandatevi:

    ma ci possiamo fidare?

    Oggi parliamo non solo del futuro di questi alberi, ma anche del nostro e di quello dei nostri figli. 

     

     

     

     

     

     

     

    SCARICA QUESTO VOLANTINO IN FORMATO PDF

    SCARICA QUESTO VOLANTINO IN FORMATO PDF

     

     

     

    - Ci sono momenti in cui occorre mettere da parte differenza, individualità o appartenenze politiche per informare la cittadinanza. E questo è il momento -